Percorso bibliografico sul tema fratelli e sorelle di persone disabili

LIBRI

I libri della bibliografia sono disponibili nella Biblioteca del Centro Documentazione Handicap
Via Pirandello 24 Bologna, tel. 051/6415005 anche attraverso il prestito interbibliotecario.

A409
L'Altro fratello : relazione fraterna e disabilità / Giovanni G. Valtolina. Milano: Angeli, 2004
L'apporto che esercita la relazione fra fratelli sullo sviluppo del bambino è estremamente rilevante, tanto più nel caso si tratti di un bambino disabile. Il testo cerca di fare il punto su questa tematica complessa e ancora poco conosciuta, offrendo una ricognizione critica degli studi e delle ricerche sia nazionali che internazionali.

A526
Amore caro / Clara Sereni (a cura di). ù Milano: Cairo, 2009
I fratelli Amurri, Oliviero Beha, Barbara Garlaschelli, Kicca Menoni. persone note, accomunate in questo libro dalla vicinanza a persone più fragili, con disabilità psichiche o fisiche. Persone che, come dice Clara Sereni nell'introduzione, "trovandone il tempo fra i mille e mille impegni diversi della loro vita, hanno compiuto uno sforzo di confessione non facile: chi legge con sguardo ignaro può non crederci, ma anche questo è un outing, di quelli che può succedere, su di un piano o su un altro, di pagare a prezzo di mercato […] Per queste ragioni, mettere insieme Amore caro ha richiesto molto tempo, molte energie, molta cura. Il risultato è un regalo che tutte e tutti quelli che hanno scritto mettono a disposizione di lettori e lettrici. Con la speranza forte che possa aiutare altri a trovare le parole per dirlo, la forza di uscire dall'isolamento muto e impotente in cui tante persone si rinchiudono e sono rinchiuse".

C410
Come pinguini nel deserto: Genitori di figli con Sindrome di Down a confronto / Autori vari. Tirrenia (PI): Del Cerro, 2005
La nascita di un bambino Down, le indagini prenatali, le dinamiche familiari e la vita di coppia, la gente, la scuola, i fratelli sono i temi che il libro affronta attraverso "storie personali variegate e caratterizzate da atteggiamenti spesso in apparenza contrastanti, frutto di un travaglio interiore fatto di gioia e dolore, preoccupazione e speranza, rifiuto e accettazione". Cosa come il libro merita di essere letto con attenzione, merita di essere raccontato anche come è nato, come ricorda l'introduzione: "Alex, il fratello maggiore di un ragazzo di venticinque anni con sindrome di Down, ebbe l'idea di creare su internet un sito dedicato a questa disabilità intellettiva che si è subito trasformato, da una delle fonti dove poter attingere informazioni sulla sindrome di Down, in un luogo virtuale dove condividere esperienze e soprattutto sentimenti, in un caffè virtuale sempre frequentato dove scambiare quattro chiacchiere fra amici, in un luogo informale insomma dove ci si può raccontare senza paura di essere giudicati e dove aprendosi alla condivisione del proprio vissuto si può scoprire di non essere soli a camminare in quel modo un po' goffo ed apparentemente fuori luogo, in un mondo apparentemente ostile in cui ci si sente un po' come pinguini nel deserto".

C630
Che vita è? / Lucia Landoni con Amici Team Down. - Saronno: Monti, 2014
Elisa, Tommaso, Alice sono solo alcuni dei protagonisti di queste storie. Li accomuna un cromosoma in più, hanno tutti la sindrome di Down e sono i loro genitori, soprattutto le loro mamme, ma anche i papà, i fratelli e le sorelle, i nonni, che ci raccontano di loro.

F34
Fratelli invalidi / Egon Bondy. Milano: A Coop. Sezione Eleuthera, 1993
Il romanzo è stato pubblicato ufficialmente solo nel 1991 in Cecoslovacchia. In un mondo collocato sul finire del ventiseiesimo secolo, una serie di persone possono decidere di non partecipare alla vita pubblica, alla produzione, alla ricerca, alla cultura ufficiali, ma di essere invalide e di avere per questo una pensione che consenta loro di vivere come meglio credono, organizzate in gruppo o individualmente, ma comunque al di fuori della società.

F48
Famiglia e disabilità / Giovanni G. Valtolina, Milano: Franco Angeli, 2000
Filo conduttore del volume è l'idea che la famiglia con un membro disabile si trovi comunque ad affrontare difficoltà specifiche e aggiuntive, rischiando al tempo stesso di non venir sufficientemente compresa e sostenuta dal contesto sociale, anche nel suo bisogno di socialità. La psicologia sociale dalla famiglia integra diversi approcci ed affronta lo studio della famiglia come soggetto sociale. Il volume offre una rassegna critica dei più significativi contributi di ricerca sulle tematiche familiari connesse alla disabilità soffermandosi anche sui delicati rapporti fra fratelli, ancora poco studiati.

F105
Figli disabili / Anna Maria Sorrentino. Milano: Raffaello Cortina, 2006
Sulla base della sua ventennale esperienza nell'ambito della presa in carico delle famiglie in cui è presente un figlio disabile, l'autrice si concentra sull'importanza dell'evento invalidante nella vita della persona stessa, sull'equilibrio della coppia e lo sviluppo dei fratelli sani. Si sofferma anche sul processo di riabilitazione, inteso nel senso più ampio, che può aiutare il processo di affiliazione e può costituire una potenziale risorsa per cambiamenti decisivi.

F134
Fratello sole sorella Down / Manzano Ivano, Bellan Fiorenza. Piove di Sacco: Fratria e Diversabilità Testimonianze, 2003
Scritto dalla sorella insieme al marito, il libro racconta la storia di una persona Down e delle relazioni con la famiglia e in particolare con i fratelli. Dopo alcune considerazioni sul lavoro dei volontari, si conclude con un capitolo sulla Sindrome di Down in cui vengono forniti anche suggerimenti pratici.

F178
I fratelli di persone disabili / Chiara Gottardi. Tione (TN): stampato in proprio, 2006
Dalla proposta di una tesi di laurea è nato questo libro che esamina, anche attraverso numerose interviste, le problematiche dei fratelli delle persone disabili, il loro bisogno di aiuto e le loro paure.

F201
La Famiglia con figlio disabile / Bruna Grasselli. Roma: Armando, 2008. ù 159
Nato dal desiderio di portare un contributo alle difficoltà delle famiglie che si trovano a dover fare i conti con la disabilità del figlio, il libro riporta gli esiti di un ricco lavoro di indagine con interviste ai genitori e fratelli e propone poi alcune modalità di aiuto sperimentale con alcuni gruppi di famiglia.

F219
Fratello unico / Karl Taro Greenfeld. - Milano: Piemme, 2010
"...nell'amare Noah non c'è nient'altro da guadagnare se non quelle lezioni di pazienza e disponibilità e generosità e altruismo. Forse se si trattasse di mio figlio o mia figlia avrei sentimenti diversi, ma lui è mio fratello, e non sono i doveri di un fratello diversi da quelli di un genitore? Sostanzialmente, mi dico, la mia più grande opportunità di essere felice sta nel voltare le spalle e andarmene. Ma so che non posso". La storia, vera, di una relazione profondissima e terribilmente dolorosa, fra due fratelli.

P785
Il progetto Siblings / Chiara Dutto, Erica Molineris, Virna Pellotieri. - Cuneo: Fiori sulla Luna, 2011
Il volumetto ripercorre le tappe di un progetto di sostegno nei confronti dei fratelli di persone con disabilità dalla costituzione del gruppo dei facilitatori alla realizzazione dei gruppi con i bambini.

S168
Siblings / Alessia Farinella. - Trento: Erickson, 2015
Cosa accade tra i fratelli se uno di loro è disabile? Come si modificano i comportamenti fuori e dentro il nucleo familiare? Quali risorse possono attivarsi? Il volume cerca di rispondere, dando voce proprio ai fratelli di persone con disabilità e alle loro storie di vita ma anche attraverso l'esame di progetti e ricerche e dando suggerimenti di lettura.

S460
Sindrome di Asperger e autismo: come affrontare le sfide e aiutare tuo figlio ad avere successo / Sally Ozonoff, Geraldine Dawson, James McPartland. Roma: Armando, 2007
Il libro vuole essere uno strumento per lavorare con i bambini con sindrome di Asperger; descrive infatti le strategie utili per insegnare loro ad interagire con fratelli e coetanei, per comprendere le regole di comportamento e partecipare attivamente alla vita scolastica e sociale.

S550
Siblings adolescenti di persone diversamente abili: proposta di gruppo omogeneo / Valeria Coppola. Napoli: Edizioni Scientifiche Italiane, 2007
Cosa succede nell'adolescenza a un fratello o a una sorella di una persona disabile? Può sentirsi a sua volta diverso/a? Quali sentimenti e quali emozioni prova? Partendo dalla propria esperienza personale, l'autrice propone il gruppo omogeneo come strumento in grado di aiutarli e sostenerli.

S599
La stanza di mio fratello / Anne Icart. - Milano: Corbaccio, 2010
"...non si dà mai la parola ai fratelli e alle sorelle degli handicappati, che invece sono spesso molto più soli dei genitori. Soprattutto quando quei fratelli e sorelle non sono numerosi. Viene da considerarli meno colpiti dall'handicap perchè‚ non sono la carne della carne dell'handicappato [...] Ho capito che si poteva amare e odiare allo stesso tempo. E dirlo. Pentirsi, avere rimorsi, ma ammirare. E dirlo. Che il ruolo della sorella di un handicappato non è più facile di quello di suo padre o di sua madre. E dirlo. Che è diverso. Che ci si rimane imprigionati per tutta la vita, dalla nascita alla morte. Che si passa per tutti gli stati. Ma che il ventaglio di sentimenti, dal peggiore al migliore, offerto da tale fratellanza sbilenca è un vero e proprio dono. E dirlo".

S674
Se Arianna / Anna Visciani. - Firenze: Giunti, 2014
"Ormai è evidente che Arianna ci riconosce, ci guarda, ci cerca, ci sorride [...] Arianna ha bisogno di noi e ce lo fa capire. Così il mio atteggiamento è definitivamente cambiato. prima prevaleva il senso di frustrazione e la difficoltà di accettazione, poi è subentrata la presa di coscienza: Arianna c'è, E’ lì dietro. Al tempo stesso ho capito, come dice Anna, che la tragedia è successa non soltanto a noi, ma in primo luogo a nostra figlia. L'accettazione arriva forse nel momento in cui si smette di pensare a come sarebbe stata e si comincia a volerle bene come è, quando cioè il rapporto diventa tra due persone. E Arianna è una persona".

Per ragazzi

A304 RAG
Anche se Giulia non è bella / Mary Rapaccioli. - Milano: Arka, 2000
"Nonno, è così brutto essere diversi?" "A volte sì perchè certe persone non capiscono e giudicano le cose o gli altri per quello che vedono. Succede anche a me. Pianto un seme e mi aspetto una pianta. Sulla busta dei semi c'è un pomodoro rotondo, così io mi aspetto che spunti una pianta di pomodori rotondi. Essere diversi è saper già in partenza che non sarai uguale al disegno che c'è sulla bustina dei tuoi semi, sarai diverso da quello che gli altri si aspettano da te. Ma alla fine sarà solo il tempo che ci dirà se quello che ci sembra solo diverso non è diventato qualcosa di speciale". Pensieri, emozioni e vita quotidiana di una ragazzina alle prese con una nuova sorellina che ha la sindrome di Down in questo bel libretto rivolto ai bambini dai dieci anni in su.

C588 RAG
Castelli di fiammiferi / Bettina Obrecht. - Crema: Uovonero, 2013
"La mamma dice che non ce la fa più, che non riesce ad andare avanti così - dice Jan un po' più forte, osservando attentamente Lisa. Gli estranei non riescono a capire se Lisa ascolta, perchè lei non guarda nessuno, non muove la testa. Si limita a giocare con il portachiavi, facendo scorrere le chiavi fra le dita, sempre allo stesso modo, una dopo l'altra. Ma Jan riesce a capire quando Lisa ascolta [...] A dire la verità, Jan ha un po' paura. Se Lisa si rendesse conto che la mamma non ce la fa più e forse se ne vuole andare, comincerebbe a gridare forte, forte, come non ha mai fatto prima". E' centrato sulla relazione fra i due fratelli, questo bel romanzo che riesce ad affrontare con grande delicatezza, filtrandole attraverso la voce bambina di Jan, tematiche complesse che toccano punti sensibili delle dinamiche familiari in presenza di persone con deficit, fino al riconoscimento della necessità di un aiuto e alla sofferta ricerca di soluzioni esterne alla famiglia.

D510 RAG
I 10 mesi che mi hanno cambiato la vita / Jordan Sonnenblick. - Firenze: Giunti, 2013
"So che Jeffrey sa cosa provo. So che, nonostante il casino che è successo quest'anno, io sono stato il suo compagno di giochi e gli ho tenuto la mano ogni volta che me l'ha chiesto. So che per lui sarei capace di mollare tutto. E mente esco dallo stadio e metto piede sul prato dove sono radunati tutti gli altri in attesa di capire che direzione prendere nella vita, penso a Samantha. Quando è morta, sua sorella non c'era...ma ha voluto assicurarsi che Jeffrey vivesse con suo fratello accanto. E mi ha insegnato anche un altro paio di cose. E' strano. Prima pensavo che avere un fratello fosse la cosa peggiore che poteva capitarti, ma ora so che non averlo sarebbe ancora peggio". Un bel romanzo che affronta temi difficili come la malattia e la morte. E' il ragazzino più grande che racconta della leucemia del fratello, delle cure e degli stati d'animo suoi e della sua famiglia. Una voce bambina che chiama le cose con il loro nome senza falsità nè omissioni e che mette in primo piano la relazione fra i due fratelli.

E291 RAG
E' non è / Marco Berrettoni Carrara, Chiara Carrer. - Firenze: Kalandraka, 2010
"Un'ombra lungo i muri scivola e scompare. Chi è? [...] E’ Sara, mia sorella! Lei E’ così, resta ore immobile, non parla, non ascolta, non guarda, spesso non partecipa a nessuno gioco". Poche parole e intense, bellissime illustrazioni per dare voce a una sorella bambina che esprime tutto il suo sconcerto, la sua paura e il suo affetto per Sara che vive in un suo mondo lontano ma è capace di "un affetto infinito e indistinto e tra il genio dei suoi calcoli e i colori dei suoi disegni Sara si illumina!". Poche parole che sanno però dare voce ai sentimenti di tanti fratelli e sorelle di carne che, ascoltandole, si sentiranno meno soli.

E305 RAG
E' così e basta / Rebecca Elliott. - Milano: Paoline, 2011
"La mia sorellona Martina è la mia migliore amica. Lei non cammina, non parla, non Š che si pu• muovere tanto [...] Non lo so perchè‚ queste cose non le fa. E' così e basta". Le considerazioni del fratellino minore accompagnano grandi immagini della loro vita quotidiana in un viaggio alla scoperta della semplicità delle relazioni e del forte legame che unisce i fratelli, comunque essi siano.

F76 RAG
Un fratello da nascondere / Elisabeth Laird. - Trieste: E. Elle, 1993
Il romanzo è narrato in prima persona da Anna che, a dodici anni, si trova a dover affrontare i problemi connessi alla nascita del nuovo fratellino che èè idrocefalo. Il suo deficit cambia la vita di tutti. Sempre attraverso gli occhi della protagonista, si narra dei due anni di vita del bambino e dell'intenso e positivo rapporto che si crea fra lui e la sorella, dei problemi fra i genitori, delle difficoltà con la scuola, delle amicizie. Fino alla morte improvvisa del piccolo che offre lo spunto all'autrice per una lucida riflessione sul tema della morte di una persona cara e sul come la vita prosegue, dopo.

F190 RAG
Un fratellino diverso dagli altri / Marie-Helene Delval, Susan Varley. - Milano: Einaudi, 2002
E' stata una gradevole sorpresa trovare questo libretto rivolto ai ragazzini pi— giovani in cui i protagonisti sono conigli ma il tema della diversità viene affrontato in modo molto concreto e reale, non attraverso metafore come accade quasi sempre nei testi per i più piccoli. E' la sorellina di Toto che ci racconta com'è la vita con un fratello con la sindrome di Down, sottolineando anche le fatiche e i momenti di rifiuto per arrivare ad un'accettazione piena che sa tener conto del deficit ma sa vedere anche tutto il resto.

F191 RAG
Festa di compleanno / Paula Fox. - Milano: Mondadori, 1998
Questo libro si segnala per almeno due ordini di motivi. Il primo è collegato al tema affrontato: il legame ambivalente ed complesso che lega Paul, primogenito dodicenne e Jacob suo fratello Down. E' davvero difficile incontrare una storia che abbia interesse a scoprire il rapporto fraterno in una situazione dove è presente il deficit e a farlo in toni non favolistici ma ancorati al disagio e alla fatica di accettare questo legame. E' Paul che racconta questa difficoltà, attraverso le sue emozioni intense e contraddittorie entriamo nella quotidiana convivenza, rileggiamo con gli occhi di un bambino, quale Paul è, quanti cambiamenti suscita la nascita di un bimbo diverso. Il secondo motivo di interesse deriva dalla scelta di accompagnare la storia lungo il percorso del tempo che passa. Il libro segue infatti il rapporto tra Paul e Jacob lungo l'arco di sette anni. Questa collocazione temporale che accompagna la crescita dei due protagonisti da forza alla narrazione permettendo di seguirne gli sviluppi e le tappe. Attraverso questa evoluzione seguiamo lo sforzo di Paul per non essere tirato dentro ad una situazione che non vorrebbe vivere, le sue resistenze e gli slanci, le domande e i silenzi. E' solo dandosi il tempo di sentire disagi ed incomprensioni che Paul può vivere pienamente il momento di riconoscimento di Jacob come fratello, unico e diverso e parte della sua vita.

G17 RAG
Il guanto di mio fratello / Giulia Franco. - Saonara: Il Prato, 2015
La storia di Hina e del suo fratellino Tabi. Un racconto illustrato per parlare ai fratelli e alle sorelle

I64 RAG
Io e mio fratello / Isabel-Clara Simò. - Roma: Atmosphere, 2014
Mercè ha dodici anni e un fratello molto più grande di lei, Pol, con sindrome di Down, una mamma distratta e un padre militare autoritario concentrato su se stesso. E' Mercè, voce narrante, che si fa spesso carico di sostenere il fratello, di consolarlo o di suggerirgli cosa fare quando lo vede in difficoltà. Quando però Pol si innamora e rivendica spazio e autonomia, neanche lei sarà in grado di aiutarlo e di evitare che la storia si concluda tragicamente. Un bel romanzo che intreccia tematiche difficili come il rapporto fra fratelli e il diritto all'affettività anche per chi ha problemi cognitivi, un romanzo però da proporre con cautela ai ragazzi più giovani e con un supporto adeguato.

L55 RAG
Lele goal! / Lodovica Cima. - Padova: Messaggero di Padova, 2000
Giovanni e Lele sono fratelli: accomunati dalla passione del calcio, ma con una differenza. Lele ha la sindrome di Down. Una storia di relazioni fra fratelli, raccontate con semplicità ma senza nascondere i momenti di fatica.

M286 RAG
La mia Nina / JanJa Vidmar. - Reggio Calabria: Falzea, 2007
Una storia semplice che mostra una famiglia come tante altre, i genitori, due figli, il lavoro, la scuola. Nina però è "speciale", lei "ha la sindrome" come racconta il fratellino Tommy, compagno di mille avventure. Un bel libro che, accompagnando Tommy mentre fa i conti con la diversità, permette ai piccoli lettori di avvicinarsi alla sindrome di Down e pi— in generale alla diversità in un percorso di accettazione serena.

M289 RAG
Mia sorella è un mostro / Martha Heesen. ù Milano: Feltrinelli, 2002
L'autrice, con questo romanzo, punta il riflettore sui fratelli e le sorelle delle persone disabili, sul loro rapporto con la famiglia e il resto del mondo. E' un bel romanzo e certamente ci saranno fratelli e sorelle che si riconoscono nella protagonista e nella sua vita difficile. Sicuramente è un bene che non si sentano soli e che sappiano che altri provano i loro stessi sentimenti. Ma troviamo inadatto il libro a bambini di 10/11 anni (come vorrebbe l'indicazione della collana). A 10 anni ci deve essere posto per la speranza e, se pure è difficile vivere con un fratello o una sorella diversi, è necessario sapere che si può guardare avanti e che ci sono spiragli di luce e mani che sostengono e aiutano a diventare grandi.

M326 RAG
Mio fratello Simple / Marie-Aude Murail. Firenze: Giunti, 2009. ù p. 185
Cosa succede se in un appartamento di studenti parigini arrivano due fratelli di cui il più grande, Simple, ha il cervello di un bambino di tre anni? Una bella storia che affronta con ironia e senso della realtà il tema della diversità, dei pregiudizi e indica nella capacità di ascolto e di immedesimazione una possibilità di contatto e di apertura.

M375 RAG
Mia sorella è un quadrifoglio / Beatrice Masini. - Milano: Carthusia, 2012
"Quando guardo Mimosa che gioca da sola con un pupazzetto e ride, allora non penso che è un quadrifoglio, e nemmeno che è diversa o speciale o quelle cose lì. Penso che è mia sorella e basta". Parole da bambina per altri bambini che, come lei, hanno un fratello o una sorella disabile.

M380 RAG
Il mondo di Orfeo / Elena Mariani. - Milano: Piemme, 2011
A cavallo fra fantasia e realtà, la storia dei fratelli gemelli Orfeo e Ofelia e la battaglia della bambina per aiutare il fratello a uscire dal suo autismo. Se sono ben descritte le dinamiche familiari e le caratteristiche che contraddistinguono Orfeo, che possono aiutare a capire tanti degli atteggiamenti e dei comportamenti delle persone con autismo, avvertiamo come rischioso appoggiare sulle spalle di una bambina la responsabilità di una soluzione, tra l'altro poco realistica anche se possibile.

N187 RAG
Niente giochi nell'acquario / Cynthia Lord. - Casale Monferrato (AL): Piemme, 2009
"A volte vorrei che qualcuno inventasse una pillola che fa guarire dall'autismo durante la notte. Come svegliandosi da un lungo coma, David mi direbbe: "Diamine, Catherine, dove sono stato tutto questo tempo?" E diventerebbe un fratello normale, [...] con il quale si può scherzare e anche litigare". E' la stessa Catherine che racconta la sua estate, le sue amicizie, l'incontro con Jason che non cammina e ha un grosso quaderno pieno di schede illustrate che gli permettono, indicandole, di comunicare. Ma soprattutto racconta il suo desiderio di "normalità", la sua fatica ad accettare il fratellino e a non vergognarsi di lui mentre fa i conti con i pregiudizi che sono dentro ciascuno di noi.

P777 RAG
Il puzzle di Matteo / Luigi Dal Cin, Chiara Carrer . - Padova: Kite, 2014
Matteo frequenta la prima elementare e la sua nuova amica Maria vuole capire meglio i suoi comportamenti apparentemente un po' strani. Sar… la sorella del bambino a spiegarle in modo chiaro e delicato qual'Š il deficit del fratello e come aiutarlo. Un libro rivolto ai bambini, voluto dall'associazione "Uniti per crescere Onlus", che spiega ai pi— piccoli cos'Š la sindrome di Prader Willi.

S497 RAG
Sussurri / Angela Johnson. - Milano: Mondadori, 1999
E' difficile vivere con una sorella diversa e ancora di più quando la diversità che la segna è imprevedibile. E' Sophy, adolescente, che racconta la sua vita al fianco di Nicole e della sua schizofrenia.Un bellissimo libro che affronta una tematica difficile, dolorosa, di cui si fa fatica a parlare. L'autrice riesce a dar voce alle paure e alle angosce di Sophy, sorella di carta di tanti fratelli e sorelle reali, riesce a farci capire come sia possibile insieme amare e odiare una sorella cos: "Odio mia sorella. Non credo che possa esserci niente di peggio. (...) Vorrei poter amare Nicole come un tempo. Mi dice che essere schizofrenici è come urlare in un ripostiglio dove nessuno può sentirti". Ci dice come sia facile precipitare in un abisso di disperazione ma ci dice anche, con estrema chiarezza e decisione, che non sempre si precipita e che, anzi, è possibile guardare avanti e sperare ancora. Un libro coraggioso che affronta il tema delicatissimo delle sofferenze mentali e affida un forte messaggio di speranza ad un personaggio emblematico e bellissimo, la signorina Onyx che ha perduto tutto all'epoca del nazismo. E proprio lei che non ha salvato nulla, neanche i suoi sogni, sa leggere nel cuore di Sophy e tenderle una mano per farle riprendere l'equilibrio. "Pensa, sì pensa se ti fosse tolta la possibilità di ballare, se non potessi più servirti di un dono che possiedi dalla nascita. (...) E ora pensa a tua sorella. Pensa a come si sente smarrita, quando non riesce a venire fuori da se stessa. Perciò è così importante usare il dono che hai ricevuto. Più lo userai, pi— troverai te stessa. Non sapevo di essermi smarrita, e lo dico. La signorina Onyx annuisce sorridendo. Tu non lo sai, ma non sai ancora chi sarai un giorno. Ci sarà ben altro. Oh sì. Mi aspetto molto da te".

S583 RAG
Una sorella è una sorella è una sorella / Anne Carling. - Milano: Fabbri, 2003
"Frikk abbassò lo sguardo su Viola; completamente immobile, la bimba muoveva gli occhi, ma sembrava non guardare niente di particolare. "Vivi in un mondo lontano" disse Frikk tra sè. Un'idea gli si presentò all'improvviso: cantare! "Non ti abbiamo mai cantato la ninnananna che cantavamo quando eri nella pancia della mamma. Che sbadati!" Si chinò lentamente su di lei e cominciò a cantare". La sorellina di Frikk passa le prime settimane di vita in incubatrice poi può finalmente andare a casa ma i medici non sanno esattamente che danni abbia subito il suo cervello. E Frikk, saggio bambino di sei anni, dopo essere passato fra le fatiche e le paure di questa differenza, sa indicare ai suoi genitori smarriti la strada della vera accettazione e dell'amore.

S643 RAG
Sara e le sbiruline di Emily / Rachele Giacalone. - Roma: Lega Italiana contro l'Epilessia LICE, Fondazione Epilessia LICE, 2012
Come spiegare ai bambini cos'è l'epilessia? Come evitare che si spaventino e si allontanino? Ci riesce bene questo libretto, frutto dell'esperienza personale di una mamma che si è trovata a spiegare alla piccola Emily cosa stava capitando alla sorella pi— grande. Il linguaggio è volutamente leggero, non vengono utilizzati termini medici proprio per aiutare i bambini "a capire le sbiruline prendendone le dovute distanze, che non vuol dire far finta che non ci siano, ma vivere con serenità tutti i momenti in cui le crisi epilettiche non ci sono e non spaventarsi quando avvengono".

V115 RAG
Volare! / Lucia Scudieri. Firenze: Fatatrac, 1997
E' per i più piccoli questo libro coloratissimo, con un testo essenziale che lascia spazio ad immagini accattivanti che raccontano le avventure di tre piccoli corvi di cui uno completamente bianco. Semplice ma diretto il messaggio: è il corvo bianco, diverso da tutti, a mostrare con ostinazione e caparbietà che è venuto il momento di volare e che ne ha tutte le capacità: sarà infatti lui ad insegnare ai suoi fratelli l'arte e la passione per il volo.

Tesi

F50
Fratelli e sorelle dei bambini handicappati / Sonia Lo Leggio. Firenze, 1996.
La tesi, dopo una prima parte dedicata alle dinamiche psicologiche e relazionali delle famiglie in cui sono presenti figli handicappati si occupa del complesso rapporto che si instaura tra fratelli e sorelle di cui uno con deficit. Vengono esaminate in modo particolare alcune situazioni legate a deficit specifici (sindrome di Down, autismo) con esempi concreti e interviste.

R177
La relazione fraterna con un membro disabile: la dimensione del supporto nella vita quotidiana / Lara Sogne. Padova, 2004
La tesi affronta nella prima parte il tema della disabilità, analizzando in particolare la relazione tra fratelli. Nella seconda parte riporta i risultati di una ricerca che ha coinvolto 146 persone con un fratello disabile o più piccolo.

S698
Siblings: la relazione fraterna in presenza di disabilità / Ester Lioni. - Bologna, 2012
La tesi, dopo un'analisi degli studi sulle famiglie con un membro disabile e sul rapporto fraterno, affronta il tema dei fratelli e delle sorelle delle persone con disabilità, affiancando una parte teorica ad una serie di interviste.

S721
Siblings: fratelli invisibili: Rassegna degli studi e delle ricerche sul tema dei fratelli e delle sorelle di persone disabili / Matteo Bertocchi. - Bologna, 2012
La tesi analizza le reazioni del nucleo familiare alla nascita di un membro disabile, concentrandosi in particolare sui fratelli e le sorelle e presentando anche esperienze italiane e non, insieme a metodologie e strategie di intervento.